Visualizzazioni totali

10/05/17

MABTHERA - Rituximab - 2012


2012
Cosa è necessario sapere #prima di iniziare il trattamento.
Mabthera può essere controindicato in alcune persone. È’ importante che il medico che prescrive il farmaco conosca la tua storia medica completa, ed in particolare è necessario che sappia: 
 se sei allergico al Rituximab, ad altre proteine simili, o ad uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nella soluzione
se ha un’infezione attiva grave o ha una una grave riduzione della funzione del sistema Immunitario.
se sei allergico o hai avuto una reazione allergica ad uno qualsiasi degli ingredienti inclusi nel medicinale
se sei allergico o hai avuto intolleranza verso il o preparati che lo contengono
se hai problemi epatici (al fegato)
se sei allergico ad altre sostanze /ingredienti particolari (anche in alimenti e cibi) /sostanze ambientali. Assicurati di raccontare al medico più elementi che puoi
Ci possono essere interazioni con altri farmaci: riferisci la lista completa di ciò che assumi al medico o al farmacista.
Non utilizzare Mabthera nei seguenti casi:
se hai verificato, dalle osservazioni precedenti, di essere allergico ad uno o a più componenti del medicinale;
se sei in stato di gravidanza
se stai allattando
Mabthera può avere interazioni con alcuni medicinali.
Le interazioni, ovvero "interferenze" che possono alterare l'azione terapeutica, possono causare reazioni avverse (ADRs) o comprometterne l'efficacia terapeutica. Informa il medico o il farmacista se stai assumento uno o più tra i seguenti medicinali:
Al momento si hanno dati limitati sulla possibile interazione di farmaci con MabThera.
I pazienti che hanno sviluppato anticorpi anti-proteine murine o anti-chimerici (HAMA/HACA) possono avere reazioni allergiche o di ipersensibilità quando vengono trattati con altri anticorpi monoclonali diagnostici o terapeutici.
Esistono anche altri farmaci che hanno dimostrato interazioni con Rituximab, ma la valutazione dei rischi, rispetto al beneficio che consegue al trattamento terapeutico con Rituximab verrà valutato dal tuo medico. Informa pertanto il medico o il farmacista sulla eventuale lista di farmaci che stai assumendo

Triatec HCT


Ramipril appartiene a un gruppo di farmaci chiamati "ACE inibitori" (Inibitori dell'Enzima di Conversione dell'Angiotensina). Esso agisce:
Diminuendo la produzione, da parte del corpo, di sostanze che possono causare un aumento della pressione sanguigna
Rilassando e allargando i suoi vasi sanguigni
Facilitando il suo cuore nel pompare il sangue in circolo nel corpo
Idroclorotiazide appartiene a un gruppo di farmaci chiamati "diuretici tiazidici" o diuretici orali. Esso agisce aumentando la quantità di acqua (urina) che viene prodotta. Questo abbassa la pressione sanguigna.
Triatec HCT è usato per trattare la pressione alta del sangue (ipertensione). I due principi attivi agiscono insieme per abbassare la pressione sanguigna. Essi vengono usati in associazione quando il trattamento con un componente da solo non funziona.
Controindicazioni
NONprenda Triatec HCT:
Se è allergico (ipersensibile) al ramipril, ad altri medicinali ACE inibitori o uno qualsiasi degli altri eccipienti di Triatec HCT (vedere paragrafo 6).
Se è allergico (ipersensibile) a farmaci simili a Triatec HCT (altri ACE inibitori o medicinali derivati della sulfonamide).Segni di una reazione allergica possono essere eruzioni cutanee, difficoltà ad inghiottire o a respirare, gonfiore alle labbra, alla faccia, alla gola o alla lingua
Se ha mai avuto una reazione allergica grave chiamata "angioedema". I segni includono prurito, eruzione cutanea (orticaria), macchie rosse sulle mani, sui piedi e in gola, gonfiore della gola e della lingua, gonfiore attorno agli occhi e delle labbra, difficoltà nel respirare e ad inghiottire
Se è in dialisi o sta facendo qualche altro tipo di filtrazione del sangue. A seconda del macchinario che viene utilizzato, Triatec HCT può non essere adatto per lei
Se ha gravi problemi di fegato.
Se ha livelli anormali di sali (calcio, potassio, sodio) nel sangue.
Se ha problemi renali dovuti a insufficiente apporto di sangue al rene (stenosi dell'arteria renale).
Durante gli ultimi 6 mesi di gravidanza (vedere paragrafo sotto "Gravidanza e allattamento")
Se sta allattando al seno (vedere paragrafo sotto "Gravidanza e allattamento").
Se sta prendendo un medicinale per la pressione del sangue contenente aliskiren e soffre di diabete.
Se sta prendendo un medicinale per la pressione del sangue contenente aliskiren e soffre di problemi ai reni.
Non prenda Triatec HCT se si verifica una delle condizioni sopra descritte. Se non è sicuro, chieda al medico prima di assumere Triatec HCT.
CONTINUA
http://www.my-personaltrainer.it/Foglietti-illustrativi/Triatec_hct.html

17/03/17

Medici #Coimbra Italia

nome
Paola Pederzoli - Torino
descrizione Farmacia "Piazza Villari" - Via Foligno 69 011.699.48.96 (Anna o Alberto) ******** nome Fabiola Branca - Milano
descrizione CENTRO BARONCINI SRL Via C. Cattaneo 3, SESTO CALENDE (VA) Tel 0331921345 *********** nome Massimo Vincenti - Milano
descrizione C.A.R.E. Medicalspa, Via San Calimero 1, angolo Corso Porta Romana Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it ************ nome Massimo Vincenti - Abano Terme
descrizione Studio medico Dott. Scaiella, Via Configliachi 41 D Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it ************** nome Paola Pederzoli - Modena
descrizione pederzoli.paola@gmail.com ************** Gianni Galli - Bologna
descrizione Indirizzo: Via Samacchini 5, Bologna Cellulare: 3270524089 (Telefonare dalle ore 15 alle ore 16) ************* nome Massimo Vincenti - Rimini
descrizione Studi Medici, Viale Regina Margherita 8 Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it ***********
nome Paolo Giordo - Firenze
descrizione paologiordo1@virgilio.it 348/3742090
nome Paolo Giordo - Grosseto
descrizione paologiordo1@virgilio.it 348/3742090 ************ nome Francesca Michelucci - Pisa
descrizione fmichelucci22@gmail.com ****** nome Vittoria Sanna - Sassari
descrizione vittoriapunto.sanna@gmail.com 3382177910 **********
nome Sabina Bitti - Sassari
descrizione sabinabitti@virgilio.it 3476225683 **********
nome Mirko Tredici - Isernia - Torino
descrizione Centro Riabilitativo Physioglobal, via Kennedy snc, angolo Vico Giardini Telefono: 3394783602 (9:00-12:00 e 14:00-18:00). anche a TORINO VIA GIOVANNI EMANUELE 24 ***************
nome Massimo Vincenti - Napoli
descrizione Napoli: Studi Medici, Via Paolo Emilio Imbriani 8 Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it
Massimo Vincenti - Bari
descrizione Vismed, via Lucera 4 Lat. Via Salandra Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it **************
nome Fabiola Branca - Reggio Calabria
descrizione Tel: 3337638622
nome Fabiola Branca - Catania
descrizione Tel: 3337638622 *********** mappa GOOGLE: www.google.com/maps/d/viewer?mid=1ZqF8sOdkhZVJUQHNNuFSifo3HyA&ll=44.57544363867156%2C9.472483656250006&z=8&authuser=0

L'Inps chiarisce quali sono le patologie che danno diritto all'esenzione da visita fiscale e istruisce i medici su come compilare i certificati anche per i disabili, per evitare errori


I lavoratori interessati dalla circolare sono quelli del settore privato

A seguito dell'emanazione dal parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del Decreto 11 gennaio 2016  sulle visite mediche di controllo dei lavoratori da parte dell'Istituto nazionale della previdenza sociale l'Inps ha diffuso nei giorni scorsi una circolare in cui vengono indicati gli operativi in merito all’applicazione di tale normativa per i lavoratori del settore privato.

Preliminarmente, - si legge all'interno della circolare - appare opportuno evidenziare che i lavoratori interessati, come da espresso riferimento contenuto nel decreto, sono quelli con contratto di lavoro subordinato appartenenti al settore privato rimanendo esclusi, pertanto, i lavoratori iscritti alla gestione separata dell’Inps di cui all’art.2, comma 26, della legge n. 335/95.
Con riferimento, invece, - si legge ancora - all’ambito di applicazione della norma, al fine di orientare correttamente e univocamente i soggetti coinvolti, l’Istituto, con l’approvazione del Ministero della salute e del Ministero del lavoro e delle politiche sociali per gli aspetti di rispettiva competenza, ha elaborato apposite linee guida, fornite in allegato (all.2), contenenti indicazioni sulla casistica di interesse.
Le suddette linee guida sono rivolte ai medici che redigono i certificati di malattia e che, solo in presenza di una delle situazioni patologiche in esse enumerate, dovranno:
  • apporre la valorizzazione dei campi del certificato telematico riferiti a “terapie salvavita” / “invalidità” (decreto ministeriale 18 aprile 2012);
  • nel caso di certificati di malattia redatti in via residuale in modalità cartacea, attestare esplicitamente l’eventuale sussistenza delle fattispecie in argomento ai fini della esclusione del lavoratore dall’obbligo della reperibilità.
All'interno delle suddette linee guida si esplicita che a dare diritto all'esenzione dalla visita fiscale è l'insorgenza, isolata o cronicizzata, di una patologia grave, ovvero che necessità della somministrazione di una cosiddetta "terapia salva vita".
Sulla base di questa considerazione l'Inps stila una lista di riferimento per situazioni patologiche che integrano il diritto all’esonero della fasce di reperibilità:
  • Sindromi vascolari acute con interessamento sistemico;
  • emorragie severe /infarti d’organo;
  • coagulazione intravascolare disseminata e condizioni di shock – stati vegetativi di qualsiasi etiologia;
  • insufficienza renale acuta;
  • insufficienza respiratoria acuta anche su base infettiva (polmoniti e broncopolmoniti severe, ascesso polmonare, sovrainfezioni di bronchiectasie congenite, fibrosi cistica);
  • insufficienza miocardica acuta su base elettrica (gravi aritmie acute);
  • ischemica (infarto acuto), meccanica (defaillance acuta di pompa) e versamenti pericardici;
  • cirrosi epatica nelle fasi di scompenso acuto;
  • gravi infezioni sistemiche fra cui aids conclamato;
  • intossicazioni acute ad interessamento sistemico anche di natura;
  • professionale o infortunistica non Inail (arsenico, cianuro, acquaragia, ammoniaca, insetticidi, farmaci, monossido di carbonio, etc.);
  • Ipertensione Liquorale Endocranica Acuta;
  • malattie dismetaboliche in fase di scompenso acuto;
  • malattie psichiatriche in fase di scompenso acuto e/o in tso;
  • neoplasie maligne, in trattamento chirurgico e neoadiuvante chemioterapico antiblastico e/o sue complicanze;
  • trattamento radioterapico;
  • sindrome maligna da neurolettici;
  • trapianti di organi vitali;
  • altre malattie acute con compromissione sistemica (a tipo pancreatite, mediastinite, encefalite, meningite, ect...) per il solo periodo convalescenziale;
  • quadri sindromici a compromissione severa sistemica secondari a terapie o trattamenti diversi (a tipo trattamento interferonico, trasfusionale).
Il medico potrà inoltre procedere all'esonero dalla visita fiscale se il quadro morboso all’origine dell’esonerando evento di malattia è sotteso o connesso a patologie che devono aver determinato una riduzione della capacità lavorativa nella misura pari o superiore al 67%, anche le caso in cui questa venga maturata sommando una serie di invalidità di percentuale inferiore. In altre parole, lo stato morboso che può consentire l’esonero dalla reperibilità non può essere bagatellare (ndr: di poca importanza) ma deve essere connesso ad una patologia in grado di determinare di per sé una menomazione di cospicuo rilievo funzionale. 
In conclusione di circolare l'Inps precisa che l’Istituto, come più volte precisato anche in sede giurisdizionale, ha, nell’ambito delle prestazioni di competenza, il potere-dovere di accertare fatti e situazioni che comportano il verificarsi o meno del rischio assicurativo, presupposto della prestazione. Pertanto, pur venendo meno, nelle fattispecie oggetto della norma, l’onere della reperibilità alla visita medica di controllo, posto a carico del lavoratore nell’ambito delle fasce orarie stabilite dalla legge, rimane confermata la possibilità per l’Inps di effettuare comunque controlli, sulla correttezza formale e sostanziale della certificazione e sulla congruità prognostica ivi espressa.

PER APPROFONDIRE: www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%2095%20del%2007-06-2016.htm&iIDDalPortale=&iIDLink=-1

 


01/03/17

Staminali e SclerosiMultipla

www.fondazioneserono.org/sclerosi-multipla/ultime-notizie-sclerosi-multipla/nuovo-studio-ha-valutato-lefficacia-trapianto-cellule-staminali-sclerosi-multipla-recidivante-remittente/

07/12/16

Jugular veins

http://www.pubpdf.com/pub/27842009/Venous-compression-syndrome-of-internal-jugular-veins-prevalence-in-patients-with-multiple-sclerosis

09/11/16

rivista farmaci

Omega3 e riso rosso

www.farmacista33.it/omega-e-riso-rosso-ecco-come-e-quando-consigliarli-in-farmacia/pianeta-farmaco/news--37587.html?xrtd=PTCLSPCLSLYTLYYTPRRLSLC

Alzhaimer e farmaco

www.alzheimer-riese.it/index.php/contributi-dal-mondo/ricerche/5769-farmaco-sperimentale-anti-alzheimer-si-dimostra-promettente-anche-nell-uomo

attenzione : ticket ed esenzioni


<Neanche le esenzioni sono uguali: regole diverse in ogni Regione>Se i ticket sono diversi da una Regione all’altra il risultato delle scelte regionali in materia di esenzioni alla compartecipazioni è una vera e propria giungla. Possiamo dire che non c’è una regione che abbia un sistema sovrapponibile ad un’altra eppure i cittadini dovrebbero essere tutti uguali, sia che si consideri il reddito che lo stato di salute, di fronte a questa che, comunque la si chiami, è pur sempre una tassa sui consumi.

È praticamente impossibile raggruppare le Regioni in categorie. Volendo semplificare c’è chi non si è troppo discostato dalla normativa nazionale e chi invece ha introdotto una mole notevole di categorie e sottocategorie di esenti totalmente o parzialmente dal pagamento del ticket.

copia il link sottostante per aprirlo:
www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?approfondimento_id=6322


attenzione : ticket ed esenzioni


<Neanche le esenzioni sono uguali: regole diverse in ogni Regione>Se i ticket sono diversi da una Regione all’altra il risultato delle scelte regionali in materia di esenzioni alla compartecipazioni è una vera e propria giungla. Possiamo dire che non c’è una regione che abbia un sistema sovrapponibile ad un’altra eppure i cittadini dovrebbero essere tutti uguali, sia che si consideri il reddito che lo stato di salute, di fronte a questa che, comunque la si chiami, è pur sempre una tassa sui consumi.

È praticamente impossibile raggruppare le Regioni in categorie. Volendo semplificare c’è chi non si è troppo discostato dalla normativa nazionale e chi invece ha introdotto una mole notevole di categorie e sottocategorie di esenti totalmente o parzialmente dal pagamento del ticket.

copia il link sottostante per aprirlo:
www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?approfondimento_id=6322


esenzione 046 per sclerosi multipla


Codice identificativo esenzione : 046  / 340. 
 Malattia o condizione  : SCLEROSI MULTIPLA
RILASCIO/RINNOVO CERTIFICAZIONE :SPECIALISTA PUBBLICO
Durata esenzione: a vita 
link:  www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2011/38/attach/dddb200000544_830.pdf