Visualizzazioni totali

15/06/16

Vit D ALIMENTAZIONE

La vitamina D negli alimenti
Buone fonti alimentari di vitamina D sono:
il pesce e gli oli che esso contiene, in particolare
trota,
sogliola,
sgombro,
salmone,
pesce spada,
storione,
tonno e sardine;
le uova, soprattutto il tuorlo;
il latte,
il burro;
il fegato e i grassi animali, come quelli contenuti nelle carni di pollo, di anatra e di tacchino;
corn flakes e cereali e le verdure verdi ne sono ugualmente ricchi.

*Fabbisogno giornaliero di Vitamina D*
Il dosaggio di vitamina D giornaliero varia da persona a persona e dipende anche dall'esposizione ai raggi solari, che ne incrementa la sintesi e l'assorbimento attraverso il colesterolo.
Se una persona segue già di per sé una dieta ricca di vitamina D ed espone la pelle a circa un quarto d’ora di raggi solari al giorni, circa 400 UI quotidiani sono sufficienti.
In altri casi, ovvero patologie, carenze, impossibilità di esporsi al sole, la dose di vitamina D da assumere potrebbe anche essere maggiore, compresa cioè tra 1.000 e 2.000 UI.
I 10 alimenti più ricchi di Vitamina D
Olio di fegato di merluzzo
Sgombro
Anguilla
Trota
Salmone affumicato
Pesce spada
Sgombro o maccarello
Storione, affumicato
Uova di pesce
Uovo.

Nessun commento:

Posta un commento