Visualizzazioni totali

04/04/15

ernia iatale

L’ernia iatale è un’alterazione anatomica e la forma più comune è detta da scivolamento. Una parte dello stomaco si sposta, attraverso lo iato esofageo, sopra il diaframma e finisce nel torace. L’ernia da scivolamento è frequente nelle persone obese e solitamente non è permanente in quanto la parte interessata dello stomaco si sposta su e giù a seconda della pressione nell’addome. L’ernia iatale può essere causata da uno sforzo, da una pressione particolare dei muscoli addominali e quindi essa può essere reversibile e può ritornare spontaneamente nella sua posizione iniziale. Puo associarsi ad esofagite da reflusso, sia erosiva che non erosiva (BMC Gastroenterol 2005 Jan 9;5:2)
Si divide in assiale e non-assiale:
Assiale (da scivolamento): 95%, il passaggio di parte dello stomaco sopra il diaframma crea una dilatazione a forma di campana
Non-assiale (paraesofagea): 5%, una porzione di stomaco entra nel torace, di solito lungo la grande curvatura gastrica; può essere dovuta ad un intervento chirurgico per ernia da scivolamento, ma spesso la causa è sconosciuta.
Incidenza: 1-20% degli adulti, aumenta con l’età. Può essere anche congenita nei bambini. Solo il 9% dei pazienti con ernia da scivolamento hanno bruciore o rigurgiti di succhi gastrici. Solo raramente è familiare (autosomica dominante, Gut 1999;45:649)
Complicanze: ulcere, sanguinamento, perforazione; torsione-strangolamento di ernia paraesofagea; aumentato rischio di adenocarnimoma gastrico ed esofageo (Cancer 2003;98:940)
Trattamento: farmaci che aumentano la motilità gastrointestinale (procinetici), inibitori della pompa protonica fino alla chirurgia per la riparazione dell’ernia hiatale.


Nessun commento:

Posta un commento