Visualizzazioni totali

13/08/13

NATURAL NEWS


www.naturalnews.com/041586_diabetes_vitamin_D_deficiency.html

NaturalNews) Bassi livelli di vitamina D possono aumentare il rischio di una persona di sviluppare il diabete di tipo 1, secondo uno studio condotto da ricercatori della Harvard School of Public Health e pubblicato sull'American Journal of Epidemiology. Contrariamente al diabete di tipo 2, che in genere si verifica quando il corpo diventa insensibili a quella dell'ormone nel sangue-che abbassano lo zucchero, l'insulina, il diabete di tipo 1 è una malattia in cui il proprio sistema immunitario attacca il corpo e distrugge le cellule produttrici di insulina del pancreas. I ricercatori hanno analizzato campioni di sangue di quasi 1.000 membri delle forze armate degli Stati Uniti il cui sangue erano state raccolte dal Dipartimento della Difesa Serum Repository. Hanno confrontato il sangue di 310 persone che in seguito sviluppato il diabete di tipo 1 con 613 controlli che non hanno mai sviluppato la malattia. tra i bianchi non ispanici, i ricercatori hanno scoperto che i livelli di vitamina D nel sangue superiori o uguali a 100 nmol per litro sono stati associati con un 44 per cento più basso rischio di sviluppare il diabete di tipo 1 nel corso di un 5,4 anni di follow-up, rispetto a coloro i cui livelli nel sangue erano più bassi di 75 nmol / L. In alcuni casi, il mantenimento di adeguati livelli di vitamina D potrebbe effettivamente ridurre il rischio diabete fino al 60 percento. Nessuna connessione tra vitamina D e diabete di tipo 1 è stato trovato in partecipanti neri o ispanici.

La vitamina D combatte le malattie autoimmuni

I ricercatori sono coinvolti nel loro possibilità di un legame tra la vitamina D e diabete di tipo 1, dopo aver condotto ricerca che ha mostrato un legame tra vitamina D e sclerosi multipla, un'altra malattia autoimmune. "sclerosi multipla di tipo 1 e diabete sono entrambi malattie autoimmuni, e gli studi fondamentalmente ha mostrato la stessa cosa ", ha detto il ricercatore Bruce W. Hollis della Medical University of South Carolina. "I giornali hanno mostrato che è necessario prendere 3-4.000 unità al giorno per raggiungere adeguati livelli nel sangue per prevenire le malattie." Anche se prima della ricerca sul diabete di tipo 1 si è concentrata sulla genetica piuttosto che fattori ambientali, questo può essere perché si è concentrata per lo più su esordio infantile, ha detto il senior autore dello studio Alberto Ascherio. Adult insorgenza della malattia è significativamente più probabilità di essere colpiti da fattori ambientali come la carenza di vitamina, ha osservato.

Livelli di vitamina D "normali" non abbastanza

Uno dei risultati più sorprendenti dello studio era che anche i livelli di vitamina tipicamente considerati sani potrebbero essere ancora troppo bassi per prevenire il diabete di tipo 1. "Il rischio di diabete di tipo 1 sembra essere aumentato anche a vitamina D livelli che sono comunemente considerate normali, suggerendo che una parte consistente della popolazione potrebbe beneficiare di una maggiore assunzione di vitamina D ", ha detto Ascherio. Ciò suggerisce che ancora più persone di quanto si credesse opportuno aumentare la loro esposizione al sole. Hollis ha osservato che a soli 20 minuti di esposizione della pelle non protetta durante le ore di luce solare di picco possono indurre il corpo a rilasciare circa 20.000 UI di vitamina D nel sangue entro le prossime 24 ore. Anche se ulteriori ricerche saranno necessarie prima di eventuali raccomandazioni definitive su assunzione di vitamina D o livelli nel sangue possono essere effettuate, i ricercatori hanno notato che i supplementi di 1.000 a 4.000 UI al giorno sono ampiamente considerati sicuri. Inoltre, è impossibile ottenere troppa vitamina D dalla luce solare. "considerando che è prematuro raccomandare l'uso universale di integratori di vitamina D per la prevenzione del diabete di tipo 1, la possibilità che molti casi potrebbero essere evitati con la supplementazione con 1,000-4,000 UI / giorno, che è largamente considerato sicuro, è allettante, "hanno scritto i ricercatori. "E 'sorprendente che una grave malattia come il diabete di tipo 1 potrebbe forse essere impedito da un intervento semplice e sicuro," autore Munger Cassandra ha detto, commentando i risultati dello studio.

Fonti per questo articolo sono:

http://www.foodconsumer.org/

http://www.thecrimson.com/

http://www.nutraingredients.com/

http://science.naturalnews.com/

http://science.naturalnews.com/

Nessun commento:

Posta un commento