Visualizzazioni totali

30/05/14

CCSVI - Trattamento, monitoraggio prima, durante e dopo la PTA a breve, medio e lungo termine ............. ATTENZIONE!


NON CI SI PUÒ IMPROVVISARE CHIRURGHI VASCOLARI E/O RADIOLOGI INTERVENTISTI VASCOLARI SENZA ESSERE A CONOSCENZA DELLA DIAGNOSTICA SONOGRAFICA E ULTRASONOGRAFICA VASCOLARE E NEUROVASCOLARE, DEL METODO, DELLE TECNICHE E DELLE LINEE GUIDA PTA IN CCSVI ..................
Premesso che Il foro giugulare, chiamato anche foro lacero posteriore è un'ampia apertura sita nella base del cranio dietro al canale carotideo. Esso è composto dalle incisure giugulari poste sulla parte posteriore della rocca petrosa dell'osso temporale anteriormente, e sul margine anteriore dell'osso occipitale posteriormente. Generalmente il foro destro è più grande rispetto a quello sinistro.
PERCHÈ ALCUNI VASCOLARI DILATANO LA VENA ALL'INTERNO DEL FORO DELLA GIUGULARE RISCHIANDO GRAVI PROBLEMI A VOLTE ANCHE IRREVERSIBILI ?

 Mentre sempre più persone con CCSVI sono state trattate con angioplastica, un numero crescente di pazienti pone domande post-trattamento a breve, a medio e lungo termine 
 I medici spesso si concentrano solo sul trattamento di convalescenza della CCSVI a breve termine e trascurano quello a medio e lungo termine che è fondamentale per la riuscita della LIBERAZIONE.

1.  Panoramica
2.  Monitoraggio immediatamente dopo la PTA CCSVI
3.  La cura comincia prima del trattamento (coagulazione e fluidificazione del sangue)
     Che cosa è un anticoagulante Anticoagulanti?
4.  Monitoraggio al di là dei farmaci: la salute vascolare a più lungo termine.

1. Panoramica
Mentre sempre più persone con CCSVI sono stati trattati con angioplastica, un numero crescente Le domande sia a breve e la post-lungo termine.
Mentre aftercare a breve termine si concentra tipicamente sulle monitorare gli effetti di eventuali farmaci prescritti dopo il trattamento, e inaspettati cambiamenti fisici / disagi, non vi è universalmente raccomandato post-terapia a lungo termine. In realtà, i medici spesso esitano a raccomandare aftercare-lungo termine, perché tali programmi non sono stati formalmente definiti o testati.
Tuttavia, molti medici sono disposti a lavorare con i pazienti per aiutare a sviluppare ragionevole post-terapia a lungo termine che enfatizza sia vascolare e la salute di tutto il corpo. L'obiettivo di pagina Aftercare di CCSVI Alliance è quello di offrire una serie di attività di post-terapia basati sulla ricerca da cui un paziente, insieme al loro medico, può forgiare un, piano comune senso individualizzato che sottolinea sia il monitoraggio medico a breve termine ea lungo termine vascolare e la salute di tutto il corpo.

2. Monitoraggio immediatamente dopo la PTA CCSVI
In seguito ad angioplastica, medici tipicamente mirano al monitoraggio immediato salute fisica del paziente. I medici generalmente credono che ci sia una "finestra rischio" per i pazienti che è più alto durante la procedura e nelle prime ore dopo il trattamento, ma che diminuisce rapidamente nel corso delle prossime settimane ad un mese o due. Così, per molti medici, post-terapia è costituita esclusivamente da monitoraggio medico critico durante questo periodo a rischio. Programmi tipici basati sui rischi post-terapia includono:
  • Monitoraggio per qualsiasi / tutti i farmaci post-procedura e parametri fisici correlati (per esempio, garantire che il paziente sta prendendo il loro sangue più sottile regime e che hanno la loro / livelli di coagulazione coagulazione monitorati secondo una linea temporale set) 
  • Monitoraggio per e potenzialmente trattamento, alcuni cambiamenti fisici negativi
Al di là di queste attività critiche, molti medici non raccomandano alcuna assistenza a lungo termine post-procedura diversa generalità circa il fumo e bere eccessivo (e altri comportamenti che sono ovviamente male alla salute). Tuttavia, i pazienti spesso vogliono capire i vari rischi generali per il loro sistema vascolare, e misure che possono adottare per raggiungere la salute vascolare ottimale dopo il trattamento CCSVI.
In realtà, la ricerca suggerisce che i pazienti possono prendere una serie di misure per mantenere o rafforzare la loro salute vascolare. Inoltre, la ricerca ha legato molti di questi passi per migliorare la salute fisica generale, e in alcuni casi, alla riduzione dei rischi associati alla MS. Tuttavia, prima di considerare un programma di salute vascolare a lungo termine, i pazienti devono sapere che, in questo momento, nessuna ricerca è stata condotta mostra che qualsiasi attività o il programma prolungare l'efficacia del trattamento CCSVI o ridurre il rischio di restenosi.

3. La cura comincia prima del trattamento e DEVE continuare dopo (Conoscere il fattore di coagulazione del sangue; Pianificazione dopo il trattamento)
Mentre diversi studi hanno confermato la sicurezza generale del trattamento della CCSVI1,2 , eccessiva coagulazione del sangue (o il suo opposto: un eccessivo sanguinamento o lividi) è un rischio legittimo per diverse settimane per un mese o due dopo angioplastica.Quindi, un buon programma post-terapia inizia con la comprensione e la gestione del rischio di coaguli di sangue prima del trattamento.
Molti fattori possono contribuire al rischio di coagulazione o di sanguinamento. Questi includono:
• Caratteristiche della vena (s) e ostruzioni trattati
• Il tipo di trattamento (ad esempio se vengono utilizzati stent o palloncini o entrambi)
• naturale propensione del paziente per la coagulazione
Per fortuna, la vostra naturale propensione per la coagulazione (noto come "fattore di coagulazione," o "fattore di coagulazione") può essere testato prima del trattamento. Conoscere il proprio fattore di coagulazione può essere estremamente utile per il vostro programma post-terapia perché permette al medico di adattare meglio il farmaco post-procedura (s), dosaggi e scadenze in base alle vostre rischi di coagulazione individuali.
Mentre il rischio di coagulazione a causa di angioplastica è basso, il fattore di coagulazione personale può aumentare i rischi di coagulazione post-procedura:

  • Quelli con un fattore di "bassa" della coagulazione sono a rischio di aumentato sanguinamento o lividi
  • Quelli con un fattore di "alta" della coagulazione sono a rischio per una maggiore post-procedura coagulazione del sangue (chiamato anche "trombosi")

Il rischio di eccessiva coagulazione o intervalli di sanguinamento da relativamente trascurabile, in casi estremi, i problemi che potrebbero essere in pericolo di vita se non adeguatamente monitorato e trattato. Se si dispone di un disturbo della coagulazione, è meglio conoscerlo e pianificare per esso prima del trattamento.

Gestione di coagulazione del sangue dopo il trattamento
Tradizionalmente, le due classi di farmaci sono utilizzati per gestire la coagulazione:
  • Anticoagulanti 
  • Antipiastrinici
Mentre entrambi di questi farmaci sono a volte indicato come "fluidificanti del sangue", sono veramente farmaci anti-coagulazione, e funzionano in modo diverso per prevenire la coagulazione.
Anticoagulanti , che includono comunemente prescritti farmaci trattamento post-CCSVI come il warfarin, Coumadin, e Heperin, opera inibendo la formazione di coaguli di sangue.
Quando si è in un anticoagulante, avete bisogno di controlli del sangue per controllare il vostro tempo PT / INR. C'è una "zona" specifica della terapia anticoagulante vostro medico vorrà a rimanere dentro per diverse settimane fino a due mesi dopo la procedura. PT Ora / INR è un semplice esame del sangue che può essere fatto in uno studio medico una volta alla settimana o giù di lì.  
Inoltre, molti medici stanno prescrivendo Pradaxa, che è un anti-coagulante, ma non richiede il test INR regolare.
Antipiastrinici , tra cui l'aspirina e Plavix, aiutano a smettere di piastrine di aderire ad una zona della parete del vaso dopo che è stato irritato o feriti durante mongolfiera o posizionamento di stent. Le piastrine sono naturalmente presenti particelle "sticky" cellule che si muovono liberamente nel sangue dove possono aderire a qualsiasi area danneggiata nella parete del vaso.Queste piastrine appiccicose aggregano insieme per iniziare il processo di coagulazione. Troppe piastrine, tuttavia, può stimolare lo sviluppo di coaguli indesiderati e troppo pochi possono aumentare ecchimosi e sanguinamento.
Generalmente, antipiastrinici sono considerati meno rischioso di anticoagulanti, e il loro uso non richiede controlli ematici settimanali. Tuttavia, ci possono essere effetti collaterali come ecchimosi e sanguinamento eccessivo. Poiché antipiastrinici funzionano in modo diverso da antigoagulants, non sono un sostituto per anticoagulanti. Alcuni medici prescrivono entrambi, altri uno o l'altro. Parlate con il vostro medico. Chiedi loro perché usano un metodo particolare.
Ulteriori dettagli su anticoagulanti, compresi i nomi di droga, rischi e interazioni farmacologiche, è disponibilequi .
Una bella panoramica della coagulazione e la coagulazione in un linguaggio chiaro è disponibile qui .
Per determinare se si dispone di fattori insolitamente alti o bassi coagulazione del sangue, è possibile richiedere che il medico ha il fattore di coagulazione del sangue testato prima del trattamento . Uno dei numerosi test è comunemente usato:
  • Tempo PT e INR (tempo di protrombina e International Normalized Ratio)
  • PTT (tempo di tromboplastina parziale)
  • D-dimero
Una spiegazione di ciò che questi test significano e come funzionano possono essere trovate qui: PT e INR e D-dimero .

Al di là di richiedere un test per il fattore di coagulazione del sangue, è meglio lavorare con il vostro medico sul vostro piano di convalescenza prima del trattamento . Alcuni principi fondamentali che si consiglia di chiedere al vostro medico:
  • Qual è il tipico programma aftercare del vostro medico - quanti follow-up, dove, quando, con chi e per quanto tempo di post-trattamento saranno necessarie aftercare?
  • Quali farmaci lui / lei di solito prescrivere post-procedura?
  • Come saranno le medicine monitorati (,, e da come, dove chi)?
  • Quali tipi di esperienze fisiche sono normali e possono essere attesi dopo il trattamento?
  • Quali tipi di cambiamenti fisici non sono normali e devono essere segnalati immediatamente e come ea chi dovrebbero essere segnalati (ottenere nomi, numeri telefonici, ecc)?
  • Cosa si deve fare se improvvisamente sente male o svenire?
  • Il vostro lavoro del medico con voi per creare un post-trattamento piano sanitario vascolare a lungo termine?
Si noti che perché il trattamento di ognuno è unico, il programma di immediata assistenza può anche essere unico.

4. Monitoraggio al di là dei farmaci: la salute vascolare a più lungo termine.
Aftercare-lungo termine può concentrarsi sulla aumentando la immediata enfasi di post-trattamento in materia di monitoraggio medico e fisico con strategie a lungo termine per ottimizzare la vostra vascolare e la salute di tutto il corpo.
Prima del trattamento (se possibile), i pazienti che cercano di ottimizzare la loro funzione vascolare può decidere di lavorare con il proprio medico (s) di predisporre un programma post-terapia a lungo termine. La ricerca suggerisce che i seguenti elementi possono essere utili a coloro che cercano di ottimizzare la loro salute vascolare e di tutto il corpo:

  • Garantire la corretta idratazione. Una vasta gamma di ricerche hanno dimostrato che la pressione sanguigna ottimale richiede idratazione ottimale.Inoltre, una corretta idratazione offre una vasta gamma di benefici per la salute, oltre ad ottimizzare la vostra salute vascolare. [4] Pur mantenendo una corretta idratazione può sembrare ovvio, molti la gente ancora non adeguatamente idratare. Gastroenterologi spesso raccomandano 64 once di acqua al giorno (circa 8 bicchieri di medie / grandi dimensioni di acqua). Tuttavia, la dimensione fisica, insieme ad una vasta gamma di fattori climatici (ad esempio, la quantità di attività fisica, l'altitudine, la temperatura ambiente, se sei incinta o che allattano, e molti altri) contribuiscono a quanta acqua può essere necessario. Inoltre, molti pazienti affetti da SM hanno vescica o altre considerazioni fisiche che possono influenzare la loro assunzione di liquidi. Per capire la quantità di idratazione che è meglio per voi, è possibile trovare il seguente approccio utile:
    • Leggi la rassegna del Mayo Clinic di una corretta idratazione
    • Discutere il tuo idratazione esigenze con il proprio medico (s) prima del trattamento
    • Ricordate che si può idratare non semplicemente con acqua potabile, ma dal consumo di liquidi negli alimenti (ad esempio frutta e verdura spesso contengono grandi quantità di acqua)

  • L'attività fisica. Generalmente, la maggior parte dei medici consiglia di poca o nessuna attività fisica intensa subito dopo il trattamento. Tuttavia, i numerosi significativi benefici fisici ed emotivi di attività fisica per i pazienti affetti da SM 4,5,6,7,8,9garantisce una conversazione con il medico su quando si può iniziare o riprendere una qualche forma di esercizio di routine. In particolare, l'esercizio è stato spettacolo per migliorare la forza, la funzione cardiovascolare e endoteliale, della vescica e la funzione intestinale, stanchezza, e migliorare il benessere emotivo nei pazienti con SM.
Al di là tornando ai tuoi livelli pre-procedura di attività fisica (o oltre), molti pazienti hanno trovato utile lavorare con i fisioterapisti specializzati MS dopo angioplastica. Per esempio, alcuni pazienti riferiscono rinnovata energia e / o rinnovata mobilità dopo il trattamento. Tuttavia, poiché i pazienti possono a loro volta essere reacquainting con i muscoli non sono utilizzati in qualche tempo, un fisioterapista può essere in grado di evitare lesioni o sforzi eccessivi. Inoltre, un fisioterapista può aiutare a realizzare una nuova e più vigoroso esercizio di routine commisurato con le tue capacità fisiche. noti, tuttavia, che si dovrebbe sempre pianificare il vostro regime di esercizio, in combinato disposto con il proprio medico curante e, ove possibile, il vostro neurologo.
Detto questo, ci rendiamo conto che i pazienti con disabilità avanzata potrebbero non essere in grado di impegnarsi in molti tipi di attività fisiche. Qui di seguito forniamo un elenco di esercizi appropriati per le persone con disabilità da lieve a moderata. A seguito di questa lista forniamo le opzioni per quelli con più disabilità avanzate.

Esercizio per le persone con disabilità da moderata a luce:
I pazienti con moderata a disabilità luce che desiderano espandere il loro esercizio di routine possono considerare quanto segue:
  • Stretching: un buon metodo per riscoprire se stessi con i muscoli non è stato utilizzato in un po '
  •  Bicicletta, macchine ellittiche / Stairmaster, che forniscono eccellenti benefici cardiovascolari
  •  Nuoto, che combina l'allenamento cardiovascolare e tonificazione muscolare
  • Camminare o fare jogging, che forniscono forza e benefici cardiovascolari
  •  Yoga, che sia rafforza i muscoli e si concentra sulla respirazione. noti , tuttavia, che alcuni medici raccomandano di evitare esercizi che non mancherà di tenere la testa in posizione abbassata per lunghi periodi di tempo prolungati. Ciò include posizioni capovolte di yoga, come headstands. Tuttavia, le posizioni yoga che mantengono la testa eretta e la postura del collo e non richiedono stretching o sforzare aree trattate dovrebbero andare bene. Come sempre, assicuratevi che il vostro medico curante commenti vostra routine yoga.
  •  Sollevamento pesi e il peso del cuscinetto esercizi, ma solo fintanto che vengono esaminati dal medico e si è attenti a respirare costantemente durante l'allenamento con i pesi. (Sforzo eccessivo o trattenere il respiro e l'esecuzione accidentalmente una manovra di Valsalva può essere controproducente. Scorrere verso il basso nel nostro glossario per vedere ' Valsalva . ')

Considerazioni per le persone con disabilità avanzata:
In una revisione della letteratura 2005 degli effetti dell'esercizio fisico sulla salute del paziente MS, 10 Herbert I. Karpatkin PT, NCS, note, "Con un maggiore coinvolgimento [di progressione della malattia], la capacità di esercitare può diventare progressivamente diminuita. La capacità di impegnarsi in aerobica formazione attraverso un tapis roulant ... non può essere fattibile. allenamento di resistenza convenzionale può parimenti essere fattibile ... compromissione cognitiva può impedire il rispetto dei protocolli di esercizio. Tuttavia, nessuno di questi fattori sono veramente controindicazioni per esercitare, possono rappresentare ragioni per le quali l'esercizio fisico può essere difficile, ma non ragioni che esercitano dovrebbero essere evitati. persone con malattia in stadio avanzato possono trarre beneficio da esercizio fisico, ma richiedono un programma adatto alle loro attuali capacità. "
Chiaramente, quelli con disabilità avanzata possono beneficiare di esercizio. I pazienti in sedia a rotelle spesso beneficiano di una maggiore forza del braccio, che può migliorare la mobilità, facilitare le transizioni, e ridurre al minimo la dipendenza da un caregiver. Inoltre, i pazienti con disabilità avanzata che non ricevono sufficiente esercizio sono a maggior rischio di problemi cronici come l'obesità, le malattie cardiovascolari e il diabete.
Tuttavia, l'esercizio deve essere fattibile e appropriato per la situazione di ogni individuo. Pertanto, non è consigliabile un singolo reggimento di esercizio, ma invece suggeriamo che quelli con più lavoro disabilità avanzato con un fisioterapista esperto in MS a forgiare un, piano orientato agli obiettivi individualizzato che considera i vostri punti di forza e di debolezza, definisce il suo long- preoccupazioni termine, e crea un regime di esercizio pragmatico per aiutare a controbilanciare la vostra disabilità e massimizzare la vostra autonomia.
  • Ottenere sufficiente riposo. Come ottenere una corretta idratazione, questo può sembrare ovvio, ma molti pazienti possono non essere sempre sufficiente riposo. I pazienti che manifestano rinnovata energia possono essere tentati di rimanere svegli e godersi la loro salute per lunghi periodi. Tuttavia, il corpo e la mente hanno bisogno di rallentare. In realtà, getter corretta quantità di sonno è stata collegata alla funzione ottimale endoteliale. 11 Inoltre, la carenza di sonno è legato alla stanchezza per i pazienti affetti da SM. 12 Praticare la respirazione profonda, forme dolci di yoga, la meditazione e la preghiera possono anche aiutare a calmare la mente. E non sottovalutare un pisolino gatto (un breve pisolino, spesso nel pomeriggio) - anche i sonnellini più breve 10 minuti hanno dimostrato di rinnovare. 13 È importante sottolineare che, se si hanno difficoltà cronica di sonno (sia di addormentarsi o restare addormentato) , si consiglia di consultare un medico specializzato in disturbi del sonno.
Oltre ai suggerimenti di cui sopra, che i pazienti possono iniziare immediatamente a molto presto dopo il trattamento e continuare per anni successivi, i pazienti potrebbero voler predisporre un programma di stile di vita completo del corpo enfatizzando la salute cardio e vascolare. Libro del Dr. John Cooke " Il Cardiovascolare Cure "fornisce un eccellente punto di partenza per chi è interessato a comprendere il loro sistema cardiovascolare e come conservarlo. Una buona introduzione sul metodo del Dott. Cooke è disponibilequi .
In particolare, di CCSVI Alliance Endothelial Salute programma si basa il programma del Dr. Cooke, sottolineando i seguenti componenti basata sulla ricerca della salute vascolare:
  • Non fumare (e bere con moderazione)
  • Ridurre lo stress
  • Promuovere la sana funzione del fegato
  • Promuovere sufficiente assunzione di vitamina D
  • Promuovere la leggerezza, risate, e il benessere emotivo
  • A seguito di nutrizione di base del senso comune, come ad esempio eliminando i grassi saturi pesantemente (come comunemente si trovano in fast-food, dolci, burro / margarina, prodotti lattiero-caseari pieno di grassi, tagli grassi di carne), e mangiare una dieta equilibrata
  • Aumentare l'assunzione di grassi sanitari e proteine sane
  • Assunzione di probiotici
  • Garantire corretto apporto di minerali essenziali (ad esempio magnesio, zinco, calcio)
  • Usando le erbe antitrombotici e anti-infiammatori (ad esempio la curcumina, ginko, aglio)
L'ampio corpo di ricerca a sostegno di tali attività è disponibile nel nostro Programma di Salute endoteliali , che, idealmente, dovrebbe essere letto in combinato disposto con le informazioni di questa pagina.
Speriamo che queste attività possono servire come un "menu" da cui i pazienti, insieme con i loro medici, possono forgiare un, piano sanitario vascolare individualizzato a lungo termine che aumenta non solo i benefici vascolari derivanti dal trattamento, ma che serve come base per tutta la -salute corpo. Come sempre, CCSVI Alliance volentieri i tuoi suggerimenti sul nostro programma post-terapia.
Essere bene!


Riferimenti
  1. Zamboni P, Galeotti R, Menegatti E, Malagoni AM, Gianesini S, Bartolomei I, Mascoli F, Salvi F. Uno studio prospettico in aperto del trattamento endovascolare dell'insufficienza venosa cerebrospinale cronica. J Vasc Surg. dicembre 2009, 50 (6) :1348-58. e1-3 . Errata corrige in: . J Vasc Surg 2010 Apr; 51 (4): 1079
  2. Ludyga T, Kazibudzki M, Simka M, Hartel M, Swierad M, Piegza J, Latacz P, Sedlak L, Tochowicz M. trattamento endovascolare per insufficienza venosa cerebrospinale cronica: è la procedura sicura? Flebologia . 2010 Dec; 25 (6): 286-95.
  3. . Thomas Acold provoca disidratazione, sintomi e trattamento - I benefici per la salute di corretta idratazione. www.suite101.com/content/dehydration-causes-symptoms-and-treatment-a215118. Accessed 6/1/2011.
  4. Yara Dadalti Fragoso, Diego Luiz Ballio Santana, Rodrigo Cruz Pinto Gli effetti positivi di un programma di attività fisica per i pazienti con sclerosi multipla con fatica. Neuroriabilitazione , 1878-6448 (online) Volume 23, Numero 2/2008 Pages153-157 .
  5. Motl RW, McAuley E. associazione tra cambiamento di attività fisica e la progressione della disabilità a breve termine nella sclerosi multipla. Rehabil J Med.. 2011 Mar; 43 (4) :305-10.
  6. Pilutti LA, Lelli DA, Paulseth JE, Crome M, Jiang S, Rathbone MP, Hicks AL. Effetti delle 12 settimane di formazione tapis roulant supportato sulla capacità funzionale e la qualità della vita nella sclerosi multipla progressiva: uno studio pilota. Arch Phys Med Rehabil. 2011 Jan; 92 (1) :31-6.
  7. Suh Y, motlo RW, Mohr DC. attività fisica, disabilità, e l'umore nella fase precoce della sclerosi multipla. Disabil Salute J. 2010 Apr; 3 (2) :93-8. Epub 2009 1 Nov.
  8. Gielen S, M Sandri, Erbs S, Adams V. modulazione indotta da esercizio di ossido nitrico endoteliale produzione. Curr Pharm Biotechnol. 2.011 11 gennaio.
  9. Herbert I. Karpatkin PT, NCS, sclerosi multipla e Esercizio - Una revisione delle prove. Int J MS Care. 2005; 7:36-41.
  10. Berger S, Lavie L. cellule progenitrici endoteliali nella malattia cardiovascolare e le implicazioni ipossia potenziale di apnea ostruttiva del sonno. ricerca traslazionale. 2011 Jul; 158 (1) :1-13.
  11. Lovato N, mancanza L. Gli effetti di napping sul funzionamento cognitivo. Prog Cervello Ris. 2010; 185:155-66.
  12. SD Brass, Duquette P, Proulx-Therrien J, Auerbach S. disturbi del sonno nei pazienti con sclerosi multipla. Sonno Med Rev. 2010 Apr; 14 (2) :121-9.

FONTE


grazie 
Achille Daga

Nessun commento:

Posta un commento