Visualizzazioni totali

01/07/13

Vantaggi e svantaggi dei metodi diagnostici e ALTRO

DA CCSVI nella Sclerosi Multipla IN FB


AGGIORNAMENTO sullo studio pubbicato della rivista scientifica BMC Medicine: *ECCO LE TABELLE PUBBLICATE NELL’ARTICOLO:*
*Tabella 1 – Vantaggi e svantaggi dei metodi diagnostici non invasivi per la diagnosi dell’insufficienza venosa cronica cerebrospinale*:  https://docs.google.com/file/d/0B_Ed_wxZvab3THZqVnRSQ3RvQlE/edit?usp=sharing

*Tabella 2 – Vantaggi e svantaggi dei metodi diagnostici invasivi per la diagnosi dell’insufficienza venosa cronica cerebrospinale*: https://docs.google.com/file/d/0B_Ed_wxZvab3aXQ0dmpqYk9GWlE/edit?usp=sharing
*Fonte*: http://www.biomedcentral.com/1741-7015/11/155/abstract
*COMMENTO*:


Questo articolo è importante e dimostra come per la diagnostica e per definire il ruolo della CCSVI nella sclerosi multipla serva ancora tanta ricerca e soprattutto un approccio “multimodale”, dunque non basato su un unico metodo diagnostico come l’ecocolordoppler. 
Lascia dunque sul terreno la sterile polemica innescata dalla comunità neurologica riassumibile nel “CCSVI non c’è perchè noi con l’EcoColorDoppler non la troviamo”.
Appare incredibile come l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism) consideri invece come definitivo il proprio studio epidemiologico CoSMo (non ancora pubblicato su alcuna rivista scientifica…), che secondo molti studiosi ha degli importanti difetti procedurali già in fase di partenza.
*Forse solo l’importante conflitto d’interessi con le case farmaceutiche può spiegare lo strano comportamento dei vertici dell’Aism.*
http://mediterranews.org/2013/06/sclerosi-multipla-per-la-diagnosi-della-ccsvi-serve-un-approccio-multimodale/


INFO DI: https://www.facebook.com/pages/CCSVI-nella-Sclerosi-Multipla/139997017782?fref=ts

Nessun commento:

Posta un commento