Visualizzazioni totali

29/07/14

Aic Onlus

Da Aic Onlus

durante l'ultimo convegno. Ciò non significa in alcun modo che riteniamo conclusa la parabola della CCSVI, ma solo che intendiamo continuare ad allargare il nostro sguardo verso tutto quello che la medicina può proporre e sta proponendo con qualche successo per la cura di questa malattia. Il nome di mio padre, che io non ho proposto ma felicemente accettato, vuole rappresentare la continuità di quella che è stata la sua creatura verso le nuove sfide a venire. Abbiamo anche incassato la disponibilità di alcune figure mediche a entrare nel nostro direttivo, la qual cosa ci ha ovviamente resi orgogliosi, sia perché testimonianza attiva del lavoro svolto, sia perché si tratta di figure ricche di competenza come di umanità. Si tratta di un neurologo, di una psicologa, di una fisiatra e di un angiologo, e andranno a comporre il Comitato Scientifico. Data l'apparente ubiquità di questa malattia, non possiamo escludere che in futuro ce ne potranno servire delle altre, ma di certo riteniamo che allo stato attuale potremo fornire un servizio migliore a chiunque guardi con speranza alla nostra opera. Questi cambiamenti, che comportano modifiche statutarie, verranno proposti durante la prossima assemblea straordinaria, che speriamo si tenga per Settembre prossimo. Grazie a tutti.

Nessun commento:

Posta un commento