Visualizzazioni totali

15/04/14

CHI..DOVE..COME e QUANDO

ASSEGNO SOCIALE 

L’assegno sociale è una prestazione di natura assistenziale che sostituisce dal 1996 la pensione sociale.

Chi ne ha diritto:
le persone che hanno raggiunto i 65 anni che sono residenti stabilmente in Italia e non percepiscono alcun
reddito o ne percepiscono uno inferiore all’importo corrente dell’assegno sociale.

Cosa fare:
la domanda di assegno sociale va compilata su modulo disponibile presso gli uffici dell’Inps o sul sito www.
Inps.it e presso gli Enti di Patronato




- - - - - -

ASSEGNO DI ASSISTENZA 

L’assegno di assistenza è una prestazione di natura assistenziale che l’INPS eroga in seguito all'entrata in
vigore del decreto legislativo n.112 del 31 marzo 1998.

Chi ne ha diritto:
- Gli invalidi civili totali e parziali, ciechi e sordomuti, che non hanno redditi personali o, se ne hanno,
sono di modesto importo. I limiti di reddito e il relativo assegno sono variabili annualmente e possono
essere consultati sul sito dell’INPS oppure rivolgendosi ad un patronato sindacale che per legge offre
il servizio gratuitamente.
Cosa fare: La domanda (su modulo rilasciato dalle ASL) per ottenere le pensioni e gli assegni per gli invalidi civili, 
ciechi civili e sordomuti deve essere presentata all'Azienda Sanitaria Locale (ASL) competente per 
residenza. Alla domanda deve essere allegato il certificato del medico curante. 

CONTRIBUTI LEGGE 13/1989 
La legge 13 del 9/1/1989 è la legge che regola agevolazioni e diritti delle persone con disabilità per 
l’eliminazione di barriere architettoniche. 
Quali sono i lavori finanziabili: 
- eliminazione barriere architettoniche 
- installazione ascensori e/o elevatori 
- installazione servoscale 
- adattamento o rifacimento del bagno 
- motorizzazione cancelli/portoni garage 
- motorizzazione serramentistica 
Dove andare per avviare le procedure: 
Prima dell’inizio di ogni lavoro e di effettuare la spesa è necessario presentare la domanda al sindaco del 
Comune in cui si trova l’immobile entro il 1° marzo di ogni anno. La realizzazione dei lavori prima 
dell’apposita domanda impedisce il diritto ai contributi di legge. L’ufficio competente è presente in ogni 
comune. 
Cosa è necessario fare: 
Presentare la domanda al sindaco del Comune in cui si trova l’immobile allegando un preventivo di spesa 
ed un certificato medico che attesti la disabilità. Per avere ulteriori informazioni è possibile rivolgersi agli Uffici Tecnici o ai Servizi Sociali del proprio comune. Sul sito www.handylex.org è possibile consultare 
dettagliate informazioni.


Nessun commento:

Posta un commento