Visualizzazioni totali

18/05/13

CCSVI: COMPRESSIONE DELLA VENA GIUGULARE INTERNA CAUSATA DAL MUSCOLO OMOIOIDEO ATIPICO



Alcuni ricercatori polacchi, coordinati dal dr. Marian Simka di Katowice, hanno descritto il caso di un paziente con sclerosi multipla che presentava una compressione della vena giugulare interna causata dal muscolo omoioideo atipico. IN PRECEDENZA QUESTO PAZIENTE ERA STATO SOTTOPOSTO AD ANGIOPLASTICA CON PALLONCINO DELLA STESSA VENA GIUGULARE INTERNA. DIECI MESI DOPO QUESTA PROCEDURA ENDOVASCOLARE, L’ECODOPPLER HA DIMOSTRATO CHE LA PARTE CENTRALE DELLA VENA TRATTATA ERA COLLASSATA, SENZA ALCUN DEFLUSSO. NUOVAMENTE, LA VENA È STATA ALLARGATA ED IL FLUSSO È STATO RIPRISTINATO QUANDO LA BOCCA DEL PAZIENTE RIMANEVA APERTA. Perciò l’anormalità era probabilmente causata dalla compressione muscolare. Un’esplorazione chirurgica ha confermato che il muscolo omoioideo atipico comprimeva la vena. Di conseguenza, il muscolo patologico è stato sezionato. Un controllo ecografico tre settimane dopo la procedura chirurgica ha dimostrato una vena decompressa con deflusso venoso completamente restaurato. Secondo gli autori, anche se una simile compressione muscolare può essere trattata chirurgicamente con successo, la ricerca futura deve stabilire la sua rilevanza clinica.


SCLEROSI MULTIPLA: UNO STUDIO SU CCSVI E COMPRESSIONE VENOSA
E’ stato pubblicato sulsito della rivista scientifica Phlebology della prestigiosa Royal Society of Medicine uno studio intitolato “Incidenza e distribuzione della compressione extravascolare del percorso venoso extracranico in pazienti con insufficienza venosa cronica cerebrospinale e sclerosi multipla“. Alcuni ricercatori dell’Università di Belgrado (Serbia) hanno esaminato l’incidenza e la distribuzione della compressione extravascolare del percorso venoso extracranico (vene giugulari e/o azygos) in pazienti con sclerosi multipla con insufficienza venosa cronica cerebro spinale valutati con l’angiografia con tomografia computerizzata. Il gruppo di studio consisteva di 51 pazienti consecutivi con sclerosi multipla nei quali era stata diagnosticata l’insufficienza venosa cronica cerebro spinale con l’ecocolordoppler è stata diagnosticata da color-Doppler(ECD). E’ stata effettuata in tutti i pazienti l’angiografia con tomografia computerizzata che ha rivelato una significativa compressione extravascolare (> 70%) del percorso venoso extracranico in 26 pazienti(51%), mentre in 25 pazienti (49%) non è stata osservata alcuna sgnificativa compressione extravascolare. E’ stata osservata una compressione extracraniale causata da un processo trasverso delle vertebre cervicali in 23 pazienti, una compressione del bulbo carotideo in due pazienti, ed in un caso, la compressione si presentava come una sindrome dello stretto toracico. Al termine dello studio, secondo gli autori, i loro dati indicano che la compressione extravascolare del percorso venoso extracranico è frequente nei pazienti con sclerosi multipla con insufficienza venosa cronica cerebro spinale, e che è dovuta principalmente alla compressione causata da un processo trasverso delle vertebre cervicali. Sono necessari ulteriori studi per valutare le potenziali implicazioni cliniche di questo fenomeno.

Fonte:

info di fb - di Achille Daga


Nessun commento:

Posta un commento