Visualizzazioni totali

06/06/13

Denudamento endoteliale, in seguito a PTA, sia parte del processo di restenosi che segue l’intervento.

IMPORTANTE GRAZIE Achille Daga .



Gent.mi Chirurgi e Radiologi Interventisti Vascolari,
sarebbe ora di integrare le terapie farmacologi
che PRE E POST PTA CCSVI con integratori di Ossido Nitrico e/o Salicilato di Sodio, al fine di ripristinare quanto prima la funzione della parete venosa e del suo endotelio, la formazione del trombo, che si verifica nella parete vascolare nel sito di denudamento endoteliale, in seguito a PTA, sia parte del processo di restenosi che segue l’intervento.


Disfunzione (danno) endoteliale nella vena dopo l'angioplastica che provoca restenosi e complicanze trombotiche.
https://www.facebook.com/notes/achille-daga/disfunzione-danno-endoteliale-nella-vena-dopo-langioplastica-che-provoca-resteno/379371635505100

Danno endoteliale e stasi da reflusso venoso 
Salicilato di sodio con finalità rigenerativa

 www.marcocosimi.it/documenti/danno-endoteliale-e-stasi-da-reflusso-venoso.html

@@@@@@@@@@@ L’importanza dell’Ossido nitrico. @@@@@@@@@@@@
Una molecola strategica per i sistemi antiossidanti dell’organismo.
Nei sistemi biologici, l’NO agisce come un importante messaggero intra- ed inter-cellulare regolando numerosissime funzioni,IN PRIMIS QUELLA DELL’ENDOTELIO VASCOLARE, oltre all’effetto primario sull’endotelio, all’NO è riconosciuto un ruolo determinante di mediatore biochimico in numerose funzioni, a livello cerebrale (es. controllo dell’apprendimento e della memoria), gastrointestinale (modulazione delle secrezioni e della motilità), respiratorio (modulazione del tono della muscolatura liscia bronchiale), renale (autoregolazione del flusso ematico), e così via. All’NO, in quanto radicale, è attribuita un’importante funzione di difesa nei confronti delle infezioni batteriche e, probabilmente, nel controllo della crescita dei tumori.
 www.internationalbiolife.it/l'importanza_dell'ossido_nitrico.htm

Nessun commento:

Posta un commento