Visualizzazioni totali

10/06/12

SM- LA STORIA INIZIA COSI'


LA STORIA INIZIA COSI'


IN PRINCIPIO LA SCLEROSI MULTIPLA ERA SOLAMENTE UNA MALATTIA NEUROLOGICA.


La sclerosi multipla (SM) è sempre stata una delle più comuni malattie che
colpiscono il sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale), ed
è una patologia infiammatoria demielinizzante. La mielina è una
sostanza composta da acidi grassi che riveste i nervi, similmente a
quanto avviene nel rivestimento dei fili elettrici, e questa sostanza
consente la trasmissione rapida e coordinata degli impulsi. Sono la
velocità e l'efficienza con le quali questi impulsi nervosi sono
condotti che consentono l'esecuzione di movimenti armonici, rapidi e
coordinati con poco sforzo conscio.


**************


DIVERSI    ANNI FA, IL PROFESSOR ZAMBONI PAOLO, ESAMINANDO A FONDO SUA MOGLIE
anche lei con SM, E' VENUTO A CONOSCENZA DI UNA MALFORMAZIONI ALLE vene
rappresentata da restringimenti multipli alle principali vene:


giugulari interne,


vertebrali,


lombari,


azygos,


emiazygos ,


iliache


che portano il sangue dal cervello verso il cuore.


QUESTA PATOLOGIA E' STATA DENOMINATA CCSVI - e in breve e consiste in una malattia emodinamica in cui le vene cervicali e  toraciche rimuovono poco efficacemente il sangue dal cervello e in generale dal sistema nervoso centrale (SNC).


Queste malformazioni congenite assumono la forma di:


Annulus o tessuto fibrotico


Stenosi presenza di significative stenosi circolari della parete venosa;


Setti endoluminali e ostruzioni membranose


valvole anomale e/o invertite: valvole anomale che danno origine a significativi ostacoli del flusso;


Ipoplasia: lunghi segmenti venosi sottosviluppati e di calibro insignificante;


Torsione: presenza di severe stenosi in conseguenza di un segmento venoso attorcigliato attorno se stesso;


Ostruzioni membranose: presenza di una membrana anomala che occlude quasi completamente una vena;


Agenesia: completa assenza anatomica di una vena.



Lo scarso drenaggio sanguigno causato dalla CCSVI mediante l’apertura
di circoli collaterali che tentano di by-passare le vene ostruite
riducendo la resistenza al drenaggio, evitando l’ipertensione
intracranica e tuttavia, nonostante questo meccanismo compensatorio, il
tempo di deflusso del sangue in un paziente affetto da CCSVI resta
maggiore rispetto al normale e INFLUISCE sul sistema nervoso centrale
delle persone malate di patologie neurologiche nonche' anche la sclerosi
multipla,
(ci chiediamo....se vi e' un problema operabile
in day hospital con trattamento tramite la pta (angioplastica
dilatativa), che consiste in un intervento nel praticare una puntura
endovenosa attraverso la quale viene fatto navigare un catetere guidato
da un radiologo (perche' non darci la possibilita' di migliorare la
nostra qualita' della vita?). Quando si raggiungono le vene bloccate
queste vengono dilatate gonfiando un palloncino posto sul cateterino.
L'intervento si svolge nel territorio delle vene anziché in quello delle
arterie come normalmente avviene per le tradizionali angioplastiche.
Sotto controllo angiografico standard, i radiologi interventisti
rimuovono il blocco delle vene tramite un palloncino.



non c'e' un diritto che ci tutela ?


Articolo 32


La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per
disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti
imposti dal rispetto della persona umana.


< E LA LEGGE NON PUO' NON RISPETTARE LA MANCATA CURA DI UNA PERSONA CON UN SERIO PROBLEMA CIRCOLATORIO.>

Nessun commento:

Posta un commento