Visualizzazioni totali

02/08/12

Riabilitazione neurologica

Oltre alla cura e al trattamento in ospedale o nel centro di riabilitazione, è molto importante vedere come se la cava paziente nel mondo esterno, è così vario e pone molte sfide. E' parte della riabilitazione proporre al paziente delle situazioni più varie possibili.
Troppo spesso si valuta il successo del programma riabilitativo in un ambiente estremamente protetto.
Dato che si tratta di un concetto (la riabilitazione nel paziente affetto da patologia neurologica: emiplegia, paraplegia) e non di una tecnica, non esistono regole assolute che possano essere applicate indifferentemente a tutti i pazienti.
Tutto quello che contribuisce a consentire al paziente di apprendere una nuova abilità o di muoversi in modo più normale può essere senz'altro inserito nel piano di trattamento.
E' stato dimostrato che la riabilitazione è più efficace quando il paziente viene seguito da fisioterapista a domicilio, anziché presso un centro riabilitativo che rappresenta un ambiente artificiale, in cui si sente isolato e spersonalizzato.

In seguito a patologia neurologica cronica (morbo di Parkinson, sclerosi multipla, ed altre) oppure ad esordio acuto (ad esempio ictus) l'intervento del fisioterapista è utile sotto vari aspetti: innanzitutto "suggerire" al paziente strategie che conducano alla massima autonomia negli ambienti domestici, fino alla deambulazione in ambienti esterni quando possibile.

In alcune situazioni inoltre è possibile stimolare il recupero delle funzioni motorie lese in seguito all'evento morboso, ripristinando parte dei movimenti utili nella vita di tutti i giorni.

I terapisti che si occupano di riabilitazione DEVONO essere  specializzati secondo il metodo Bobath: questo prevede un'analisi oggettiva delle capacità residue del paziente e, attraverso un ricondizionamento propriocettivo e una forte esperienza sensoriale, aiutare il paziente a combattere contro i sintomi e le disfunzioni che la malattia neurologica dà in termini di movimento, funzione e tono.

Nessun commento:

Posta un commento