Visualizzazioni totali

08/07/12

I file CCSVI: Uno sguardo più da vicino i documenti ATI I documenti rivelano CIHR risposta alle pressioni alla ricerca insufficienza venosa cronica cerebrospinale

Il 3 giugno 2010, Peter Liu, direttore scientifico del Canadian Institutes of Health Research (CIHR) in Ottawa, ha inviato una e-mail interna che illustra i suoi pensieri su un procedimento che provochi scismi e medici e politici incitando attivismo paziente. Liu, capo dell'Istituto di circolatorio e la salute delle vie respiratorie, stava rispondendo alla richiesta dei dirigenti CIHR per il suo commento su insufficienza venosa cronica cerebrospinale, o CCSVI, una condizione identificata da Paolo Zamboni nel 2008. Zamboni, direttore di malattie vascolari presso l'Università di Ferrara in Italia, ha fatto notizia in Canada nel novembre 2009 con la sua ipotesi che la sclerosi multipla, a lungo considerata come una condizione neurodegenerativa, aveva radici vascolari ed è stato collegato alle vene che drenano il sangue bloccati dal cervello e il midollo spinale. Ha trovato angioplastica venosa, l'invio di un palloncino per aprire un vaso sanguigno ostruito di alleviati, anche arrestati, sintomi.
Studio pilota Zamboni ha dato risultati sorprendenti, ma mancava il rigore scientifico: era piccolo e non in cieco, nessuno poteva duplicare i risultati, tra cui Zamboni. Eppure, ha smosso la speranza rara tra la stima 75.000 canadesi affetti dalla incurabile, condizione degenerativa. Entro giugno 2010, molti sono stati viaggiare fuori del paese, pagando verso l'alto di $ 10.000 per la scansione CCSVI e il trattamento per loro inaccessibili a casa. Alcuni sono tornati con le testimonianze di YouTube, altri con speranze deluse, altre complicazioni. La questione era diventata un punto di infiammabilità. Le persone con SM sono stati mobilitazione per il trattamento. CCSVI è salito per il dibattito alla Camera dei Comuni. Il CIHR, che distribuisce poco meno di $ 1 miliardo all'anno per il finanziamento scientifica e relazioni al Parlamento attraverso il Ministero della Salute, è stato sotto pressione per agire. Il Canada ha uno dei più alti per le popolazioni capite MS: tre persone vengono diagnosticati ogni giorno. Otto province voluto co-finanziare gli studi pan-canadesi, secondo i documenti ottenuti da CIHR Maclean sotto un accesso alle informazioni (ATI) richiesta.
La risposta di Liu ai dirigenti CIHR era cautamente ottimista come lui chiamato per le sperimentazioni cliniche. Ma il suo consiglio è stato ignorato. Invece, come centinaia di pagine di documenti generati all'interno della CIHR tra giugno e settembre 2010 rivela ottenuti in ATI, l'agenzia ha avviato un processo che si è concentrata più sulle ottiche politiche di risultati scientifici e, col senno di poi, destinato a rafforzare lo status quo.

LINK ORIGINALE : http://www2.macleans.ca/2012/06/28/zamboni-files-a-closer-look-at-the-ati-documents/

Nessun commento:

Posta un commento